Il cardinale Parolin a Visciano per padre Arturo

Domani alle 11 celebrazione al santuario
11/03/2017

Inizierà alle 10, in piazza Lancellotti, la giornata di festa per l'anniversario dell'ordinazione sacerdotale di padre Arturo d'Onofrio - servo di Dio, fondatore delle Piccole Apostole della Redenzione e dei Missionari della Divina Redenzione - che si celebrerà domani, 12 marzo, a Visciano. A presiedere la Messa, alle ore 11, presso il santuario della Vergine conolatrice del Carpinello, sarà il cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato di Sua Santità. 

Entrato in seminario nel 1926, spinto dal desiderio di annunciare a tutte le genti il mistero della salvezza, padre Arturo lo lascia per entrare al Pontificio istituto delle missioni estere. Ma nel 1937, per motivi di salute, deve lasciare anche il PIME. Viene accolto da monsignor Melchiori, già vescovo di Nola, nella diocesi di Tortona, dove completa gli studi teologici, conosce don Luigi Orione e ha come confessore san Giovanni Calabria. Ordinato sacerdote nel 1938, dopo aver confidato al vescovo di voler fondare un’opera per i ragazzi poveri del Meridione, ottiene il permesso di recarsi nel suo paese natale per qualche mese. Costretto a restare a Visciano per la guerra, nel 1943 dà il via alla costruzione della Piccola Opera della Redenzione: è il 24 dicembre, ai giovani dell’Azione cattolica che lo attendono per gli auguri, si presenta con un bambino dicendo: «Ecco il primo uccellino che allieterà con il suo cinguettio la mia casa»; il primo Villaggio del Fanciullo viene costruito nel 1948. Ma non è tutto: nel 1947, padre Arturo fonda la rivista “Redenzione”, nel 1952 la casa editrice LER, nel 1976 Radio Carpine Visciano. Intanto l’Opera si è diffusa in Italia e nel mondo accogliendo centinaia di bambini e giovani. È in corso la causa di beatificazione, la cui fase diocesana si è chiusa mel 2015.

Sarà possibile seguire la diretta della celebrazione su OttoChannel, canale 696 del digitale terrestre, dalle ore 10:30.